Home » » Un coordinamento per tutelare le tradizioni marinare

 

Un coordinamento per tutelare le tradizioni marinare

Il 28 aprile (festa di S. Fermina) e il 15 agosto (celebrazione dell’Assunta) sono le date al cui interno si racchiudono gran parte delle tradizioni e devozioni marinare della Civitavecchia moderna. L’anticipazione della festa patronale al 28 aprile, rispetto alla ricorrenza liturgica del 24 novembre, giorno del martirio di Fermina, è verosimilmente avvenuta per far coincidere la celebrazione con l’inizio dell’attività marinara, che fino al XIX secolo era concentrata tra la primavera e la fine dell’estate. La navigazione nel Mediterraneo, infatti, era possibile solo da maggio a settembre, soprattutto per le piccole imbarcazioni, e durante l’inverno anche le galere stazionavano stabilmente all’interno della darsena. La festa di aprile, evidentemente, aveva lo scopo di invocare l’intercessione della Patrona per la salvaguardia dai rischi che si dovevano affrontare in mare nella stagione primaverile ed estiva.
Manifestazioni popolari erano tenute anche a ferragosto, giorno in cui la Chiesa celebra l’Assunta, com’è documentato già negli Statuti comunali di Civitavecchia del 1451 in cui è citata la “festa de sancta Maria del mese de agosto quando se và dopo lo Salvatore, et quando se corre al pallio et allo anello”. E’ presumibile che anche le feste di agosto avessero uno scopo devozionale, questa volta di ringraziamento per la protezione ricevuta. Il Guglielmotti, del resto, nella Storia della Marina Pontificia, sottolinea che gli equipaggi delle galere, prima di prendere la navigazione rendevano omaggio a S. Fermina nella chiesa matrice di S. Maria Assunta ed ancora a lei rivolgevano il ringraziamento quando la flotta rientrava in porto vittoriosa. Nella fase di ricostruzione materiale e morale della città, dopo le distruzioni belliche, la festa del 28 aprile andò caratterizzandosi solo come celebrazione civico-religiosa, ma sempre incentrata sulla festosa e caratteristica processione a mare: a questa incombenza continuò a provvedere il “Comitato permanente dei festeggiamenti” nato nel 1904, il quale realizzò la nuova statua della Santa (1947) e curò il trasferimento del culto in Cattedrale quando nel 1980 i padri domenicani, dopo varie peregrinazioni in diverse chiese, lasciarono definitivamente la città. Al 15 agosto furono invece rinviate tutte le manifestazioni strettamente folcloristiche (corsa di barche, lotta saracena, trave a mare, ecc.), che furono organizzate talora dall’Azienda di soggiorno, altre volte da comitati cittadini, fino a quando le manifestazioni stesse furono abbandonate e fatte cadere in disuso.
Nell’ultimo decennio, peraltro, da un lato si cominciò ad operare il recupero delle antiche tradizioni (palio marinaro dei rioni e dei porti), a cura dell’Associazione “Mare Nostrum”, mentre dal canto suo l’associazione “Pro-loco” ideava e realizzava una rievocazione scenica denominata “Assalto Saraceno” (talora disattesa per mancanza di fondi). La sinergia espressa dalla costante collaborazione tra il “Comitato permanente S. Fermina” e l’associazione “Mare Nostrum” ha coinvolto anche altre organizzazioni, quali il CONI, la Lega Navale, l’Assobalneari, la Banda “Ponchielli”, la Società storica, ecc., ed ha reso ormai evidente la necessità di un coordinamento continuativo tra le organizzazioni locali interessate alla salvaguardia delle tradizioni quale segno di identità civica ed anche quale strumento di attrazione turistica. L’auspicio è pertanto quello di armonizzare i singoli programmi per realizzare nei mesi compresi tra aprile ed agosto di ogni anno, con l’egida ed il finanziamento dell’Amministrazione comunale, un grande contenitore di eventi, di carattere permanente, che potrebbe essere denominato “Tradizioni e devozioni marinare a Civitavecchia, da Santa Fermina all’Assunta”, all’interno del quale le diverse realtà sociali, culturali e sportive civitavecchiesi possano inserire, nel quadro dei loro fini istituzionali e sulla base della loro esperienza, progetti organici intesi a valorizzare l’immagine della Città e del suo mare.

Carlo De Paolis
Presidente del Comitato permanente festeggiamenti di S. Fermina

(12 Dic 2009)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Blitz di Goletta Verde al largo di Tvn

    10 Ago 2019 - Esposto uno striscione con scritto "Nemico del clima". Legambiente: "Nel Lazio sono pari a 11,5 milioni di tonnellate le emissioni della produzione energetica da fonti fossili, il 78,5% provenienti dalla ciminiera di Civitavecchia" 

  • Servizio irriguo, garantito fino al termine della stagione

    07 Ago 2019 - Il sindaco annuncia che ha ufficialmente richiesto alla Multiservizi la proroga al 30 settembre. Pascucci: «In autunno sarà necessario trovare delle soluzioni alternative»  

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy