VENERDì 20 Settembre 2019 - Aggiornato alle 00:39

Home » » Torre Flavia, arriva il finanziamento per il recupero

 

Torre Flavia, arriva il finanziamento per il recupero

Il restyling grazie al “Decreto Bellezza – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati” del Governo Renzi. Il Comune si è aggiudicato 1,9 milioni di euro per gli interventi sul monumento

LADISPOLI – È entrato nella fase preparatoria – operativa il progetto per il recupero di Torre Flavia, finanziato per 1,9milioni dai fondi del “Decreto Bellezza – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati”. Il Governo Renzi, nel 2016, tramite il decreto Bellezza aveva messo a disposizione dei Comuni circa 200milioni di euro per il recupero del proprio patrimonio culturale e archeologico. Al bando aveva partecipato anche il comune di Ladispoli, allora guidato dal sindaco Crescenzo Paliotta, che aveva presentato un progetto per il recupero di Torre Flavia, realizzato dall'architetto Evangelista. Al progetto preliminare presentato dall'allora amministrazione di centrosinistra erano state successivamente richieste delle integrazioni, inoltrate lo scorso anno dall'amministrazione Grando che ha preso in eredità il progetto avviato dall'amministrazione Paliotta. E ora ci prepara allo step finale. Prima dell'estate l'amministrazione, come spiegato dall'assessore ai Lavori Pubblici Veronica De Santis, dovrà inviare il progetto esecutivo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. In questo modo si otterrà l'erogazione del contributo e la messa a bando del progetto per la realizzazione delle opere che andranno effettuate sulla Torre. Ad esultare, annunciando l'arrivo del finanziamento, è stato proprio l'ex sindaco Crescenzo Paliotta che ha anche spiegato in che cosa consiteranno i primi interventi che saranno realizzati sul monumento: la messa in sicurezza dei monconi residui e il rafforzamento delle barriere antierosione, il restauro conservativo e il riposizionamento in asse dei tronconi della Torre e per finire si penserà a come rendere fruibile la Torre ai visitatori. Ovviamente ora, come spiegato dall'assessore ai Lavori Pubblici Veronica De Santis, andranno effettuate delle indagini per andare a capire come intervenire sulla struttura per «poter rimettere in piedi gli speroni della torre». In seconda battuta si valuteranno le varie modalità di accesso al pubblico andando ad utilizzare le tecnologie più innovative (si potrebbe addirittura pensare anche a un percorso multimediale). L'Assessore ai Lavori Pubblici ha voluto inoltre ringraziare l'onorevole Alessandro Battilocchio «che si è interessato – ha detto – di questo finanziamento» su cui oggi, finalmente, la città può contare.


 

(01 Mar 2019 - Ore 09:27)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy