Home » » "Si istituisca una commissione per fare chiarezza sulla gestione dei centri comunali"

 

"Si istituisca una commissione per fare chiarezza sulla gestione dei centri comunali"

Lettera aperta firmata da Roberto Scarmigliati

Lettera aperta al Sindaco Antonio Cozzolino sulla problematica Centri Polivalenti Comunali

"Sig. Sindaco, dopo tanto patire l’Amministrazione Tidei con delibera n. 114 del Consiglio Comunale nella seduta del 10 novembre 2013 ha emanato il Regolamento sulla gestione dei Centri Sociali Polivalenti.
Il sopra citato regolamento nell’Art. 16 – Collegio Revisore dei Conti – da incarico al  Collegio per la verifica della regolarità formale e sostanziale della contabilità, accerta le giacenze di cassa, controlla i registri ed esprime parere sulla regolarità contabile del Centro in particolare sul bilancio che i Centri inviano ai Servizi Sociali.
Ebbene, anzi male a distanza di un mese il Commissario Prefettizio Dott. Santoriello ha emanato il nuovo regolamento dei Centri con delibera Commissariale n. 29 del 23 dicembre 2013 ed ha sostituito l’art. 16 con l’art. 17 – Il Revisore dei Conti – che viene scelto dall’Assemblea dei Soci tra gli iscritti al Registro dei Revisori Legali o all’Ordine dei Dottori Commercialisti ed ha il compito di controllare la regolarità formale e sostanziale della contabilità, accerta le giacenze di cassa, controlla i registri ed esprime parere sulla regolarità contabile del Centro i particolare sul bilancio. Le spese sono a completo carico di ogni Centro Sociale.
Sindaco Cozzolino, l’Amministrazione non nomina il Collegio Revisore dei Conti dei Centri dal 2004, quindi i Comitati di Gestione gestiscono le strutture comunali senza alcun controllo e verifica e senza la relazione al bilancio consuntivo da parte dell’organo  revisore dei conti.
I Centri comunali “Chenis”, “Giuseppa Ledda” ed “Anna Magnani”, anche per l’approvazione del bilancio consuntivo del 2013 hanno disatteso le direttive regolamentari e di legge, facendo approvare i bilanci dalla sola Assemblea dei Soci (atti nulli di diritto).
Sindaco Cozzolino, anche la Sua Amministrazione sta facendo gestire i Centri Sociali in piena illegittimità ed illegalità e per evitare eventuali reati penali (Corte dei Conti e Procura della Repubblica) ho formalmente proposto, all’Assessore ai Servizi Sociali, l’istituzione di una commissione di indagine consigliare, al fine di fare chiarezza su dieci anni di malcostume da parte delle Amministrazioni e da parte dei Comitati di Gestione che hanno gestito e gestiscono i Centri Comunali dal 2004 ad oggi.
Distinti saluti,

                                                                                      
                                                                    Ex Consigliere di Circoscrizione
                                                                       Ex Componente Comitato di Gestione
                                                                     del Centro Comunale “Anna Magnani”
                                                                                 Roberto Scarmigliati

(06 Ago 2014 - Ore 19:08)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy