Home » » "Si e’ utilizzata la scuola per tranne in inganno genitori"

 

"Si e’ utilizzata la scuola per tranne in inganno genitori"

CIVITAVECCHIA - Di seguito la nota di un genitore che ha raccontato l'esperienza vissuta da lui e dai suoi figli in occasione della Befana Tricolore.

"Io sono il genitore di una bambina - scrive un altro lettore - che frequenta la scuola elemetate di via don Milani, la quale ha fatto scrivere dagli alunni di qualche classe, il seguente invito (riporto le parole testuali): Il giorno 6 gennaio 2010, alle ore 11,00 presso l’aula Pucci arrivera’ la Befana. Portare I bambini che riceveranno un dono. Si entrerá solo con le maestre. Quindi, la mattina del 6 carico la mia macchina (con un totale di 6 bambini fra figli e nipoti) e mi dirigo al Pincio. Quando arrivo pero’trovo la prima sorpresa per me. Infatti, all’ingresso trovo un bel manifesto “politico” dove personaggi locali come Frascarelli e Reginella, insieme ad altri esponenti regionali del PDL, hanno organizzato la festa della Befana tricolore. Accanto, un altro cartello dove si specifica che la festa e’esclusivamente ad invito. Resto confuso per un po’ ma vado avanti spinto dalla voglia dei bambini di incontrare la Befana. Tuttavia all’ingresso comunico il cognome (cosa necessaria per far parte della festa, neanche ci fosse Berlusconi stesso all’interno dell’aula) ma, mistero, noi non eravamo nella lista. Chiedo spiegazioni e dico dell’annuncio della scuola ma mi viene ripetuto che se il cognome non é nella lista non si puó entrare. Disgustato me ne vado, sia perche’ ero all’oscuro che fosse un’attivita’ di propaganda politica sia per il freddo comportamento degli organizzatori di fronte a miei bambini delusi. Solo il giorno dopo vengo al corrente che i bambini sarebbero comunque riusciti ad entrare nel caso fossero riusciti a contattare la loro maestra quel giorno. Tutto questo per dire che non e’ assolutamente vero che la festa era organizzata e quindi propagandata (come da da trent’anni) solo per i figli degli iscritti, dei militanti e dei simpatizzanti di An, oggi del Pdl, cosa che io non sono. Anzi, si e’ utilizzata la scuola per tranne in inganno genitori come me che non sapevano assolutamente dell’aspetto politico della festa, e che comunque, per vedere felici i loro bambini sarebbero passati sopra, almeno per una volta, ai propri credo politici".

(11 Gen 2010)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy