Home » » Parliamo ancora di lavoro, ma concretamente

 

Parliamo ancora di lavoro, ma concretamente

CIVITAVECCHIA - "A Civitavecchia la carenza di lavoro continua ad essere il problema dei problemi. L’attenzione dedicatagli non è proporzionata all’importanza che l’argomento riveste nella vita individuale e sociale. E’ soprattutto in occasione di crisi aziendali che si mettono a fuoco alcune questioni come l’incidenza della disoccupazione, la diffusione del precariato, le difficili condizioni, la scarsa qualità e la bassa remunerazione di una parte del lavoro che c’è. Si invoca allora il diritto al lavoro, richiamando il dettato della carta costituzionale; non si promuovono però le condizioni che rendano possibile l’effettivo esercizio di tale diritto impegnando in questa specifica direttiva d’azione le istituzioni pubbliche e le articolazioni territoriali dello Stato. Vittimizzazione e rivendicazionismo: i due poli delle considerazioni.
Ebbene, sul chi e come può fare cosa, noi proponiamo alcuni punti di attenzione.
Il primo è un forte invito a quanti occupano posti di responsabilità a maturare una maggiore consapevolezza dei benefici procurati dall’attività lavorativa, che per l’individuo significano dignità, appagamento di inclinazioni e ambizioni personali, libertà di azione, indipendenza di giudizio, affrancamento dalle clientele; per la collettività incremento complessivo del reddito, promozione sociale, dinamismo, coesione, calo delle tensioni e delle richieste di assistenza. Per ricavarne le ragioni di una spinta ad aumentare i posti di lavoro superando le difficoltà che si frappongono all’acquisizione degli investimenti occorrenti.
Ma, ed è questo il secondo punto di attenzione, in questa congiuntura economica è inutile invocare maggiori investimenti pubblici: bisogna reperire quelli privati, che potrebbero avere una importanza risolutiva. Purché vengano attratti, condizione di non poco conto.
Sappiamo infatti che i capitali si dirigono laddove minori sono i rischi. Cioè dove esistono i presupposti per svolgere attività imprenditoriale, quali certezza sui tempi realizzativi delle opere, costi in linea coi progetti, rimuneratività sicura della gestione. E perciò anche alta produttività, corrette relazioni sindacali, adeguate infrastrutture sia di comunicazione che di supporto alle industrie, processi di modernizzazione in atto, rapporti con i mercati emergenti, incentivazioni e facilitazioni burocratiche, assenza di fibrillazioni politiche.
Così, ed ecco il terzo punto, il discorso scivola sul ruolo della politica nell’economia: un ruolo forte e spesso decisivo. E’ questo il motivo per cui come movimento politico torniamo a sostenere l’urgenza di superare le forti contrapposizioni in atto e di trovare una convergenza di fondo sulle scelte di natura economica. Di unirci nel perseguire alcuni obiettivi comuni, il primo dei quali deve essere, secondo il nostro punto di vista, la creazione di nuovi posti di lavoro. Non possiamo permetterci una politica bloccata, fatta di veti, sabotaggi e pregiudizi ideologici che sfociano in scontri violenti, insulti, invettive e manifestazioni di odio nei confronti di chi non la pensa come noi.
Se abbiamo a cuore la soluzione del problema disoccupazione dobbiamo bandire comportamenti che - da qualsiasi parte vengano - risultano comunque inaccettabili, perché sottintendono il disconoscimento dell’avversario politico, il rifiuto dei principi dell’alternanza e dell’economia di mercato, lo scorretto rapporto tra maggioranza e minoranza, l’eccesso di difesa delle proprie tesi, la chiusura al dubbio e all’ascolto delle ragioni degli altri, la sottovalutazione dell’interesse generale".
Il Consiglio Direttivo del Polo Civico

(05 Lug 2011 - Ore 20:20)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy