Home » » Parcheggi blu, il Codacons: ''Aumento scellerato''

 

Parcheggi blu, il Codacons: ''Aumento scellerato''

Sabrina De Paolis punta il dito contro la giunta grillina e l'assessore D'Antò per l'introduzione della tariffa progressiva sulla trincea e le modalità con le quali è stata decisa e comunicata alla cittadinanza. E sottolinea il mancato coinvolgimento delle associazioni di categoria 

CIVITAVECCHIA - Un aumento "scellerato" dei costi. Così il Codacons definisce la decisione della giunta pentastellata di introdurre la tariffa progressiva per i parcheggi a pagamento sulla trincea ferroviaria. L'associazione non contesta solo l'aumento della tariffa, quanto piuttosto le modalità con la quali è stata decisa e poi comunicata alla cittadinanza. Senza trasparenza e senza concertazione. 

Una decisione che la giunta, e l'assessore D'Antò in particolare, ha imputato al commissario prefettizio, "quando invece - ha spiegato Sabrina De Paolis - è puramente politica e imputabile a questa amministrazione che non si preoccupa del fatto che in base ad un protocollo di intesa siglato dal sindaco Cozzolino e dalle associazioni dei consumatori, il dirigente delle società partecipate avrebbe dovuto convocare proprio le associazioni prima di far approvare le nuove tariffe alla Giunta Comunale". Parla quindi di una procedura illegittima De Paolis, "con l'amministrazione - ha aggiunto - che vuole far passare al cittadino la falsa idea che la tariffa  progressiva esistesse già da 4 anni. Abilità queste che posseggono solo i 5 stelle, della mistificazione della realtà. La Giunta infatti attribuisce al commissario atraordinario la responsabilità dell’introduzione della tariffa progressiva, ben guardandosi dall’evidenziare che, in realtà, gli aumenti deliberati dal Commissario per cercare di tamponare i “buchi” di Hcs, non erano mai stati applicati sui cittadini per volere del comando della Polizia Municipale. Restiamo in attesa di comprendere se, nonostante oggi sia stata denunciata da Codacons la mancata consultazione delle associazioni dei Consumatori, l’amministrazione pentastellata, il suo assessore ed il loro dirigente superpagato, abbiano ancora intenzione di fregarsene altamente delle procedure già impostate - ha aggiunto De Paolis - e vogliano, in spregio alla legge, continuare a deliberare ulteriori aumenti che continuano inevitabilmente a gravare sul cittadino ignaro, anche alla luce del recente aumento della tassa sui rifiuti, dovuto ad un’organizzazione macchinosa oltre che caotica delle modalità di raccolta; anch’essa è stata adottata contra legem e quindi in assenza della Carta della Qualità del servizio della differenziata che sarebbe stata, come prescrive la L. 244/2007 da redigere e pubblicizzare in conformità ad intese con le associazioni di tutela dei consumatori. Il cittadinoora sarà costretto a pagare  anche aumenti importanti per poter parcheggiare sulla trincea ferroviaria, un’opera che fu realizzata proprio per creare i parcheggi, che in centro sono sempre scarseggiati. Ricordiamo all’assessore, che prima di approvare nuove tariffe, favorevoli o sfavorevoli alla cittadinanza, l’amministrazione in carica, per il tramite del dirigente competente, avrebbe dovuto riconvocare l’incontro con le associazioni dei consumatori, convocato il 10 dicembre scorso per l’approvazione della Carta dei servizi sulla sosta a pagamento, annullato senza motivo e stranamente mai più riconvocato, quindi non acquisendo il parere di legge delle associazioni. Se questa è la considerazione che i 5 stelle hanno delle necessità dei Consumatori - ha sottolineato il rappresentante del Codacons - invitiamo i cittadini a valutare concretamente i comportamenti penalizzanti posti in essere senza rispetto alcuno delle necessità della cittadinanza locale".

 

Ma De Paolis va oltre e si chiede se a fronte di tutti questi aumenti dei servizi pubblici "non ci sia dietro qualche operazione per nascondere e risanare eventuali buchi nel bilancio di Csp, che nel passaggio da Hcs, portato a termine dall’Assessore Savignani con il benestare della Corte dei Conti alla quale erano stati sottoposti dei costi dei servizi considerati “congrui”, possa essersi trascinata dietro -. ha aggiunto - tutti gli annosi problemi irrisolti". E si augura che anche tutti i consiglieri di opposizione facciano tutte le opportune verifiche su quanto sta accadendo "mettendo in campo ogni azione di propria competenza per la tutela dei cittadini e aldilà della propaganda in questo delicato momento preelettorale. Ricordando loro, inoltre, che tutti i servizi pubblici - ha concluso - sono stati affidati dall'Amministrazione a Csp nell'agosto 2017, con dei Contratti di servizio senza l'adozione preventiva delle doverose Carte della Qualità previste come obbligo per ciascun servizio e dunque fuori dei termini di legge".

(11 Mar 2019 - Ore 09:06)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy