VENERDì 13 Dicembre 2019 - Aggiornato alle 23:37

Home » » Nuovi medici di base per Aranova

 

Nuovi medici di base per Aranova

Fiumicino. Raccolto il grido d’allarme del Comitato di Zona sulla carenza di dottori nel nord del comune. La richiesta partita dalla dirigente della Asl

di ANGELO PERFETTI

 ARANOVA - “La situazione è divenuta insostenibile: l’assistenza sanitaria per le cure primarie ai cittadini attualmente ad Aranova viene garantita da quattro medici di base, ciascuno dei quali ha un numero di assistiti pari a 1.500 (massimo consentito dalla legge regionale), tant’è che – oltre a dover alcune volte subire lunghe attese prima di essere “visitati” – alcuni aranovesi sono stati costretti ad iscriversi agli analoghi servizi di Torre in Pietra”. Il grido d’allarme veniva appena pochi giorni fa dal Comitato di Zona Aranova. Ora arriva una prima risposta, e a darla è la dottoressa Elisa Gullino capo del Distretto sanitario di Fiumicino.
La dirigente Asl, infatti, ha messo nero su bianco le istante del territorio, e la ha inviate alle sedi competenti. Il dato iniziale è che alla data del 31 dicembre 2016, sulla base delle norme contrattuali, è emersa una carenza di 16 dottori di medicina generale sull’intero territorio.
In realtà – e non certo è il caso di Aranova – 13 medici non hanno raggiunto il massimale consentito, ma questo non fotografa esattamente la realtà di Fiumicino, che ha un territorio estremamente vasto. A fronte di zone dove i pazienti hanno ancora psoti disponibili, ce ne sono altre, distanti decine di chilometri, dove invece si registra il tutto esaurito.
Per questo, proprio per Aranova, è stata fatta una segnalazione particolare, in quanto . Come sottolineato anche dal Comitato di zona – non solo i 4 medici sono… al collasso, ma uno è anche prossimo alla pensione.
Non solo, ma la dottoressa Gullino ha allargato il discorso, pubblicando anche la “carenza” di 5 unità per le zone di Focene, Testa di Lepre, Palidoro Torrimpietra, Parco leonardo Vignole, Fregene Maccarese e, appunto, Aranova.
Un’attenzione non da poco, per la quale ora si aspettano atti conseguenziali da parte della Regione Lazio e della dirigenza centrale della Asl.

(22 May 2017 - Ore 20:07)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy