Home » »  A Civitavecchia si fischia poco

 

 A Civitavecchia si fischia poco

Da un’inchiesta de Il Sole 24 Ore emerge che in Italia le multe aumentano del 16%, invece in città la Polizia Municipale verbalizza poco più di 15.000 contravvenzioni l’anno, ogni vigile ne eleva una al giorno. Gli ausiliari di Etm nel 2007 hanno riscontrato 3000 irregolarità

CIVITAVECCHIA - Impennata di contravvenzioni per i Comuni italiani. Questo è il dato che emerge da una recente indagine del quotidiano Il Sole 24 Ore in collaborazione con l’Istat che avrebbero rilevato rispetto a cinque anni fa un aumento del 16% degli introiti nelle casse comunali derivanti dalle infrazioni al codice della strada. In pratica risulterebbe che ogni titolare di una patente attiva in Italia si vede recapitare in un anno un conto medio di 47,3 euro aggiungendo ai verbali degli agenti municipali anche quelli di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. Così concepito questo indicatore individua i livello di entrate su cui ogni Amministrazione può contare nella voce ‘‘entrate’’ del proprio bilancio. L’aumento delle contravvenzioni sembrerebbe riscontrabile in gran parte delle città dello stivale, ma fra le eccezioni dei comuni ‘‘meno multosi’’ e per la gioia degli indisciplinati della strada sembra esserci il nome di Civitavecchia. Dati alla mano, in attesa di certi riscontri ufficiali, nel 2007 le 40 unità stradali del comando cittadino di Polizia Municipale guidato da Carlo Sisti, avrebbe elevato circa 15/20.000 multe, ovvero circa 1300 in un mese e 50 al giorno. Scendendo nel particolare il vigile urbano ‘‘medio’’ civitavecchiese porta a casa uno striminzito 1,25 ovvero poco più di una multa a testa, e sviluppando in soldoni circa 525.000 euro in termini di entrate per le casse del Pincio. Per quanto concerne invece le infrazioni rilevate dagli ausiliari della sosta della municipalizzata Etm facenti riferimento alle soste delle strisce blu, le contravvenzioni ammonterebbero a circa 3.000 in un anno per un gettito nelle casse comunali di circa 100.000 euro. Un apporto un po’ misero parlando in termini di entrate per Palazzo del Pincio, se si pensa soltanto che i colleghi di città quali Firenze e Caserta vantano un aumento del 7% nel 2008 delle contravvenzioni grazie anche all’utilizzo di dispositivi come ad esempio autovelox, Foto Red ai semafori e telecamere nei varchi Ztl.

(05 Mar 2008 - Ore 20:42)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy