Home » » Menditto: “La riforma aziendalizza la scuola e strizza l'occhio ai finanziamenti privati”

 

Menditto: “La riforma aziendalizza la scuola e strizza l'occhio ai finanziamenti privati”

CIVITAVECCHIA - "La cosiddetta "riforma della scuola" dell'attuale governo si è subito contraddistinta per l'annuncio di una epocale assunzione di 150mila docenti precari a settembre del 2015. Peccato che questa, per come è stata concepita, sembrerebbe la più classica promessa demagogica utile ad indorare la pillola amara, rappresentata dagli altri provvedimenti previsti dalle linee guida, tutt'altro che condivisibili.”
“Quello che si vuol fare è aziendalizzare ulteriormente la scuola pubblica, con dirigenti scolastici,  che saranno sempre più manager. Potranno scegliersi i docenti che riterranno più adatti e presumibilmente avranno grossa voce in capitolo sulla loro valutazione, dalla quale dipenderà la retribuzione. E già, perché gli scatti di anzianità saranno aboliti e soltanto il 66% degli insegnanti più capaci avrà diritto ad aumenti stipendiali. Perché poi proprio il 66% è tutto da capire, probabilmente su qualche manuale manageriale è stabilito che questa è la percentuale di individui eletti e dalle qualità superiori, non un percento in meno, non un percento in più. O magari è solo la percentuale ottimale per stimolare l'arrivismo aziendale. Bell'esempio per i ragazzi vedere i propri insegnanti farsi belli davanti a colleghi e dirigenti per un punticino in più.”
“Preoccupante anche l'esplicito appello al finanziamento privato, diretta conseguenza dell'assioma pronunciato poche righe prima, in base al quale "le risorse pubbliche non saranno mai sufficienti a colmare le esigenze degli investimenti nella nostra scuola". E come potrebbero, se l'intenzione è quella di dare "maggiore certezza sulle risorse destinate alle scuole paritarie"? In quest'ottica è da inquadrare anche l'intenzione di incentivare il "microfinanziamento diffuso a favore della scuola", in altre parole il contributo volontario da parte delle famiglie, le quali saranno invitate a sborsare più soldi.”
“Ovviamente questi punti delle linee guida non faticheranno ad essere attuati perché non richiedono nessuna copertura finanziaria, a differenza dell'assunzione dei 150mila precari, che rischia di diventare ben presto carta straccia".
Dario Menditto
Consigliere M5S Civitavecchia


 

(08 Set 2014 - Ore 12:19)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy