Home » » Manziana, incidente sul lavoro: muore operaio

 

Manziana, incidente sul lavoro: muore operaio

MANZIANA -  Ha un triste epilogo l’incidente sul lavoro avvenuto a Manziana l’8 gennaio, quando Stefano Di Rienzo, durante il servizio di raccolta differenziata è caduto dal mezzo su cui stava lavorando. Nelle scorse ore, l’operatore ecologico, dipendente della ditta Il Pellicano, che ha in appalto il servizio, è deceduto. A renderlo noto è la Fp Cgil di Roma e Lazio, che in una nota ha aggiunto: «Siamo agli inizi dell’anno e le notizie di morti sul lavoro non si fermano. Nel settore dell’igiene ambientale, in particolare, c’è un pericoloso quanto generalizzato disinteresse in tema di sicurezza e salute sul lavoro. Le ditte che si aggiudicano servizi con offerte al ribasso, scaricano sul costo del lavoro e sulla sicurezza i minori introiti. Gli operatori si trovano così a lavorare su mezzi fatiscenti, spesso senza tutele e con orari di lavoro ai limiti dello sfruttamento». «Non è solo questione di scarse risorse e disinvestimenti – si legge ancora nel testo – quanto di complessiva disattenzione alla cultura del lavoro: accade nelle grandi come nelle medie e piccole aziende del settore. Pochi anni fa, un altro incidente simile, sempre a Manziana. Questioni prioritarie come la salute e la sicurezza degli operatori troppo spesso vengono sottovalutate. Manca il rispetto delle minime norme di sicurezza e si contravviene a quanto previsto anche dai contratti del settore». Infine, un appello alle Istituzioni competenti: «È necessario investire in questo campo, a partire da maggiori regole nelle procedure di appalto, dall’adeguatezza delle risorse che gli enti locali investono al rispetto obbligatorio delle norme per le società che concorrono all’aggiudicazione del servizio. Le nostre condoglianze alla famiglia del lavoratore».

Dal canto suo però l'azienda in questione precisa che la situazione rappresentata dalla Fp Cgil di Roma e Lazio non può essere ricondotta alla società che opera a Manziana. «I mezzi sono nuovi - hanno dichiarato da Il Pellicano - e omologati. Peraltro le pedane dei mezzi hanno dei sensori che riconoscono, proprio per la sicurezza e l'incolumità degli operatori, la velocità con cui viaggia il mezzo». Ad oggi inoltre non sono ancora chiare le cause della morte di Stefano Di Rienzo. Non si esclude infatti che l'operatore possa essere stato colto da malore durante lo svolgimento del servizio. 

(13 Gen 2019 - Ore 07:50)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Blitz di Goletta Verde al largo di Tvn

    10 Ago 2019 - Esposto uno striscione con scritto "Nemico del clima". Legambiente: "Nel Lazio sono pari a 11,5 milioni di tonnellate le emissioni della produzione energetica da fonti fossili, il 78,5% provenienti dalla ciminiera di Civitavecchia" 

  • Servizio irriguo, garantito fino al termine della stagione

    07 Ago 2019 - Il sindaco annuncia che ha ufficialmente richiesto alla Multiservizi la proroga al 30 settembre. Pascucci: «In autunno sarà necessario trovare delle soluzioni alternative»  

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy