Home » » Mafalda Molinari bacchetta la Asl

 

Mafalda Molinari bacchetta la Asl

\MAFALDACIVITAVECCHIA - La possibilità che il reparto oculistica possa essere spostato a Bracciano, preoccupa la senatrice Mafalda Molinari. Anche se al momento si tratterebbe di un’idea volutamente non confermata dalla Asl (il pronto soccorso dell’ospedale prenderebbe il posto di oncologia, oncologia quello di oculistica che a sua volta verrebbe eliminato, ndr) il pericolo esiste ed è imminente. Tanto che la senatrice, sempre attenta ai problemi della sanità locale, ha preso carta e penna e si è rivolta alla stampa. «Quali esigenze così inderogabili - si chiede - sono alla base dello spostamento che comporterà effetti estremamente dannosi per i nostri cittadini e per quelli del comprensorio, oltre che per i medici e il personale addetto? - e poi ancora - Si sono valutate attentamente tutte le possibili soluzioni alternative all’interno del nostro nosocomio e si è fatto tesoro dell’opinione e dell’esperienza espressa dai primari e dai medici dello stesso San Paolo?». La senatrice Molinari ricorda che ci sono voluti anni per riuscire ad aprire questo importante reparto «ottenuto - afferma - grazie anche all’impegno e alla tenacia del compianto direttore Marco Biagini che si è speso molto - afferma - in questa direzione, andando anche incontro a molti problemi e anche a qualche denuncia». Evidenzia inoltre il grande lancio del settore nel giro di pochi anni, parlando dei tantissimi interventi effettuati dal gruppo di validissimi oculisti che vi operano. «Oggi - prosegue Mafalda Molinari - si rischia di gettare tutto questo lavoro alle ortiche. Apprendo che il motivo addotto è quello di realizzare il pronto soccorso - si legge in una nota - non nego che questa opera sia attesa dalla città, ma sono certa che una programmazione più oculata e ponderata avrebbe consentito soluzioni meno traumatiche. Il pasticciaccio adottato - aggiunge la Molinari - cui si aggiunge anche il trasferimento temporaneo del reparto di oncologia presso il nuovo reparto di cardiologia, ha dei riflessi molto pesanti sui pazienti e sul personale». Infine fa un appello, affinché si corregga quanto si è fatto di sbagliato sin’ora, nell’interesse dei malati e di quanti soffrono.

(24 Mar 2010)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy