Home » » Lite tra cacciatori: assolto Baldacci

 

Lite tra cacciatori: assolto Baldacci

Processo di secondo grado. Per la Corte d’Appello di Roma il fatto non sussiste
Soddisfatto l’avvocato Pier Salvatore Maruccio: «Siamo riusciti a dimostrare che non c’era alcuna volontà di uccidere»

TARQUINIA - Clavio Baldacci assolto con formula piena perché il fatto non sussiste. Questa la decisione della Corte d’Appello di Roma per il processo che vedeva coinvolti due cacciatori di Tarquinia protagonisti nel gennaio 2008 di una violenta lite scoppiata tra i boschi della Roccaccia. La svolta nel processo c’era già stata nel 2010, in primo grado, quando l’accusa di tentato omicidio a carico di Baldacci (il pm Deodato aveva chiesto 6 anni di reclusione) venne derubricata in lesioni gravi per le circostanze nelle quali si era verificata l’aggressione. Ora con la sentenza di secondo grado le accuse a carico di Baldacci sono completamente decadute. Molto soddisfatto il legale difensore di Baldacci, avvocato Pier Salvatore Maruccio che ha commentato: «Siamo riusciti a dimostrare che effettivamente le cose sono andate come Baldacci ha effettivamente raccontato sin dal primo momento. Il processo ha messo in luce che quella mattina alla Roccaccia non fu Baldacci a cercare la lite ma che al contrario venne seguito da Maurizio Biordi che poi nella colluttazione venne ferito». Biordi aveva infatti con sé, in macchina, ben due fucili. Anche le mosse successive di Baldacci (che subito dopo la colluttazione si recò prima dagli amici chiedendo loro di soccorrere Biordi e poi al Commissariato di Polizia per riferire quanto accaduto) hanno contribuito in sede processuale a confermare che Baldacci ha agito per legittima difesa. Del resto, l’avvocato Maruccio ha anche ricordato ai giudici, in sede processuale, che « ‘se un uomo con una pistola incontra uno con il fucile è un uomo morto’. E Baldacci non aveva neanche la pistola». In sostanza, per Baldacci l’unica possibilità era quella di affrontare l’avversario che lo aveva inseguito in macchina fino alla zona boschiva isolata e gli aveva puntato il fucile contro. Baldacci era riuscito a toglierglielo ma Biordi ne aveva afferrato un altro e a quel punto Baldacci scaraventò la cassa del fucile contro la testa del suo ex amico. «Grande soddisfazione – dice l’avvocato Maruccio – per un percorso processuale nel quale avevamo creduto fin dall’inizio».

(18 Ott 2011 - Ore 20:59)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Intenso weekend per la ProCiv

    17 Giu 2019 - Intervento d’emergenza a Ladispoli per spegnere due incendi. A Campo di Mare aperta la stagione di ‘‘Mare Sicuro’’  

  • Smoking free beach, le telecamere Sky in città

    15 Giu 2019 - L'ordinanza anti fumo del sindaco Grando finisce alla ribalta nazionale. Il primo cittadino ringrazia le associazioni di volontariato Nogra e Fareambiente per le attività di controllo sugli arenili

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy