Home » » Lestingi senza limiti: d'oro nei 100 dorso e con la staffetta

 

Lestingi senza limiti: d'oro nei 100 dorso e con la staffetta

In questa categoria è un extraterrestre. A diciasette anni Damiano Lestingi sale sul tetto del mondo con una prova impressionante ed al contempo disarmante per i suoi avversari. Dopo aver contribuito al trionfo della 4x100 stile libero dell'Italjunior di Maurizio Coconi, il tritone della Coser/Aniene ha messo il anche il sigillo personale sui campionati mondiali di nuoto junior. A Rio De Janeiro, nella terza giornata di gare, il baby ha stravinto la finale dei 100 dorso fermando il cronometro sul 55''74. Un tempo impressionante, che vale anche il nuovo primato italiano di categoria (oltre che quello della manifestazione). Damiano ha battuto anche sè stesso visto che aveva ritoccato il record italiano junior solo dieci giorni fa agli Assoluti di Pesaro. Damiano è stato l'unico dei finalisti a scenmdere sotto i 56'' (era arrivato in finale con il primo tempo in 56''89) ed i distacchi sono stati ovviamente abbissali. Al secondo posto si è piazzato il brasiliano Leonardo Guedes staccato di 69 centesimi mentre l'americano Thompson è salito sul podio accumulando un imbarazzante 1''68 di scarto. Per far comprendere quanto sia andato forte l'allievo di Fabio De Santis basti pensare che in appena 100 metri il neozelandese Basset ed il polacco Maczewski hanno accumulato rispettivamente 2''34 e 2''50 di distacco. Non pago, Damiano ha poi vinto il suo terzo d'oro nella staffetta 4x200 stile. La staffetta azzurra si è dimostrata davvero imbattibile, lasciando a debita distanza tutti gli avversari diretti sin dalla seconda frazione. Eccellenti i parziali dei quattro frazionisti italiani: Barbacini 1:53.71, Vincenzi 1:51.85 (miglior frazione lanciata), Lestingi 1:52.53, Sciocchetti (1:54.14).
E' chiaro che Lestingi è di un'altra categoria e tra gli junior, nonostante non sia arrivato ancora al limite di età , non può fare altro che polverizzare avversarie e record.
Civitavecchia e soprattutto la Coser possono andare fieri di questo ragazzo, che oggi è campione mondiale ma che breve potrebbe regalarci una ribalta olimpica. Di chilometri direbbe il suo tecnico Fabio De Santis ne deve ancora macinar tanti, ma le sue performance, il suo migliorare di gara in gara non possono fare altro che alimentare i sogni.
Per il momento al collo Damiano ha già  tre medaglie d'oro e l'impressione è che non sia finita qui. Ci sono ancora i 50 e soprattutto i 200 dorso: nella prima specialità  è reduce dal bronzo agli Europei, nella seconda è l'uomo da battere (oltre che il campione continentale). Considerando che c'è la staffetta 4x200 dorso ci prepariamo ad aggiornare il pallottoliere.

(24 Ago 2006 - Ore 15:18)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy