Home » » Il porto dei record attende la città

 

Il porto dei record attende la città

CIVITAVECCHIA - L’obiettivo è raggiunto, almeno sulla carta. I numeri parlano chiaro: 1.800.000 crocieristi nel 2008 e Barcellona, la città turistica per eccellenza d’Europa, che rimane alle spalle di Civitavecchia. Città quest’ultima che non ha certo ‘‘Las Ramblas’’ della sua cugina spagnola, dove si vive e si respira l’energia e la vitalità proprio degli spagnoli, ma che non ha neanche le strutture necessarie per poter fare il salto di qualità, non riuscendo a stare al passo con lo sviluppo croceristico del suo porto. Lo dimostra la poca elasticità nell’orario di chiusura dei negozi, la poca dimestichezza con l’inglese, la stazione ferroviaria da ‘‘terzo mondo’’ rispetto al traffico che deve accogliere, il non saper ancora sfruttare le potenzialità inespresse della città e del territorio. Certo, qualcosa si sta muovendo. «L’altro giorno abbiamo avuto un incontro con il presidente Ciani che ci ha illustrato il dvd pubblicitario in visione ora a Miami - ha spiegato il presidente Ascom Vincenzo Apicella - ora dovremmo promuovere un incontro con i tour operator. Quello che ci interessa, come associazione, non sono tanto i numeri quanto il valore aggiunto che i croceristi riescono a portare in città. Quello che ci preoccupa, però è il poco allineamento, ancora, tra porto e Pincio: il turismo della città è affidato alle istituzioni. Loro devono pensare alle azioni, noi possiamo coinvolgere i commercianti per una strategia di reazione». Intanto l’assessore al commercio e turismo Vincenzo De Francesco, soddisfatto del primato raggiunto dalla città, parla del 2008 come un anno di transito e sperimentazione. «Intanto proprio nei giorni scorsi ho avuto conferma dal presidente della commissione \PORTOregionale commercio, Gianfranco Bafundi, che presto arriverà un finanziamento per il centro commerciale naturale che vogliamo realizzare tra corso Marconi, via Trieste, piazza Calamatta e piazza Saffi, facendo entrare i turisti in città da Porta Livorno - ha spiegato - poi, insieme alla delegata al turismo Ivana Puleo abbiamo concordato una serie di eventi, per tutto l’anno, che si svilupperanno principalmente nel weekend. Per Santa Fermina, ad esempio, sono in programma 4 giorni di festa. I miracoli non si fanno, le risorse sono poche, ma ci stiamo impegnando». Impegnando affinché, anche la città, risenta finalmente anche in termini economici del boom portuale.

(11 Mar 2008 - Ore 20:22)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy