Home » » Il Pincio ignora i problemi di Villa Santina

 

Il Pincio ignora i problemi di Villa Santina

Alla struttura che si occupa dell’assistenza agli anziani le fatture non verrebbero pagate da giugno 2007. Il Comune avrebbe dovuto consegnare l’edificio a norma già lo scorso anno invece ci sarebbero diversi lavori di riqualificazione da eseguire 
 

\CASACIVITAVECCHIA - Problemi per la casa di riposo Villa Santina, con il Comune che le avrebbe voltato le spalle già da mesi. E’ da giugno del 2007 infatti che gli uffici del Pincio non pagano le fatture alla struttura, che continua a stento a portare avanti le sue attività, garantendo comunque l’assistenza alle persone anziane e provvedendo autonomamente a sovvenzionare i servizi resi. Al momento Villa Santina vanta l’impiego di circa venti dipendenti, assegnati alle mansioni di portineria, infermieristica, assistenza sociale, amministrazione, servizio ausiliario e assistenza anziani, personale che vedrebbe dipendente del Consorzio 45 che ha vinto l’appalto, oppure della Formula Sociale, la cooperativa collegata che fornisce l’assistenza utile a far fronte alle varie necessità. Posti di lavoro a rischio quindi, mentre l’area Economico-Finanziaria del Comune avrebbe disposto da mesi il blocco dei pagamenti per problemi di cassa. Una nuova situazione che vede il Pincio contrapposto ad una delle strutture correlate alla quale, in questo caso, dovrebbe concedere anche altri benefici da contratto, che però non sarebbero mai stati disposti. Il Pincio infatti, già un anno fa avrebbe dovuto consegnare al Consorzio 45 un edificio a norma, mentre allo stato attuale sussisterebbero problematiche di diversa natura, tra i quali una serie di lavori urgenti di riqualificazione da programmare. Disagi anche per quanto riguarda i servizi. Sia la \CASAlavanderia che la cucina sono inutilizzabili, con la cooperativa costretta ad esternalizzare i servizi con un conseguente aggravio di costi. Soldi investiti e mai rientrati, mentre a foraggiare le attività assistenziali di Villa Santina, non basterebbero più i soldi delle rette.

(12 Giu 2008 - Ore 20:10)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio
Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy