LUNEDì 19 Agosto 2019 - Aggiornato alle 20:35

Home » » I pendolari lanciano un nuovo allarme sicurezza

 

I pendolari lanciano un nuovo allarme sicurezza

CIVITAVECCHIA - «Disagi e sicurezza a rischio per pendolari e turisti sulla FR5 Roma-Civitavecchia». L’allarme lo lanciano dal comitato pendolari di Civitavecchia in vista delle giornate di mercoledì e, in particolare, del 29 settembre prossimo, quando il porto registrerà altri due importanti picchi di transito di croceristi.
«Come pendolari della tratta FR5 Roma-Civitavecchia - hanno spiegato dal comitato - abbiamo più volte segnalato l’imponente aumento dei passeggeri dei treni regionali della nostra linea a causa del gran numero di croceristi». Un aumento che ha più volte portato a chiedere, invano, la differenziazione del traffico turistico da quello dei pendolari, con le Ferrovie che non sembrano aver recepito questa esigenza e con le Istituzioni locali che non sono state abbastanza convincenti nel manifestare questa problematica. Il comitato, quindi, invita tutti a provare ad effettuare un viaggio su uno dei tanti treni «che circolano - hanno spiegato - in condizioni disumane e ben oltre la pur minima soglia di sicurezza. Viaggiare in queste condizioni, oltre al disservizio subito da migliaia di pendolari e al rischio che si corre in termini di sicurezza, rappresenta bene il pessimo biglietto da visita che Roma ed il Lazio offrono a milioni di croceristi ogni anno». All’appello ha già risposto Freedom, che in questi giorni ha proposto un questionario proprio sui servizi offerti da Trenitalia. Anzi, il coordinatore Fabiana Attig ha sottolineato come «l’occasione ci è gradita per ospitare anche l’assessore regionale Lollobrigida». Secondo il comitato cittadino il caos si scatena già alla stazione di Civitavecchia «dove, più volte - spiegano i pendolari - sono dovute intervenire le forze dell’ordine per placare gli animi dei turisti spazientiti, in coda per ore alla biglietteria, al solo scopo di acquistare i biglietti». Poi il copione si ripete anche a bordo dei treni sovraffollati. Tra i convogli più critici i pendolari segnalano il Reg. 12231 con partenza da Civitavecchia alle ore 7.59, con la tratta Maccarese – Roma San Pietro maggiormente affollata ed il Reg. 2335 con partenza da Civitavecchia alle ore 8.41 con la tratta Ladispoli – Roma San Pietro tra le più affollate. Al ritorno il caos si vive sul Reg. 3262 con partenza da Roma Termini alle ore 17.09 e sul Reg. 2346 con partenza da Roma Termini alle ore 18.16.

(20 Set 2010)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Blitz di Goletta Verde al largo di Tvn

    10 Ago 2019 - Esposto uno striscione con scritto "Nemico del clima". Legambiente: "Nel Lazio sono pari a 11,5 milioni di tonnellate le emissioni della produzione energetica da fonti fossili, il 78,5% provenienti dalla ciminiera di Civitavecchia" 

  • Servizio irriguo, garantito fino al termine della stagione

    07 Ago 2019 - Il sindaco annuncia che ha ufficialmente richiesto alla Multiservizi la proroga al 30 settembre. Pascucci: «In autunno sarà necessario trovare delle soluzioni alternative»  

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy