Home » » I commercianti: "Babbo Natale è morto"

 

I commercianti: "Babbo Natale è morto"

CIVITAVECCHIA - "Anche quest’anno il Natale si avvicina, e il grigiume di questi giorni ben rispecchia la tristezza che avvolge le vie della nostra città, dei suoi abitanti, e dei commercianti.
Dal 2008 abbiamo sempre sentito dire dalle classi dirigenti: -Questo periodo di crisi finirà presto, dal prossimo anno il paese si risolleverà, la crescita riprenderà …- E così anno dopo anno abbiamo sempre ben sperato, stretto i denti e tirato avanti … ed eccoci qui, in pochi superstiti, figli di una speranza ormai vecchia e magra, in attesa di un Natale, che vorremmo ci portasse il dono di non dover chiudere bottega.
In questo clima di economia in recessione, in cui i budget si contraggono all’infinito, vogliamo ben sperare che le istituzioni comunali si adoperino per regalare, a noi commercianti e a tutta la cittadinanza, un lieto Natale.
Invogliare le persone a vivere la Città, ad uscire, a comprare e a far girare l’economia, non è un obiettivo che si ottiene con il rigore, privando Civitavecchia delle poche iniziative lodevoli che negli anni scorsi, sono state organizzate nel periodo delle festività.
Le luminarie di Natale , quest’anno, ci saranno? Verranno spente anche queste, come è stato spento lo spirito imprenditoriale di Civitavecchia ?
Perché, dovete sapere che stanno girando voci secondo cui, quest’anno, saremo noi Commercianti a provvedere all’illuminazione cittadina. Ovvero l’Amministrazione, prima ci costringe a smontare i dehors, ci fa multe salate, ci mette nelle condizioni di lavorare nel peggiore dei modi, poi ci chiede anche di autotassarci per il pubblico decoro della città … Il prossimo passo quale sarà?
Ci farà pagare a noi, una tassa per i turisti che vengono a Civitavecchia?
Ma l’amministrazione ha avuto una brillante idea su come dovremmo noi commercianti, guadagnare i soldi per le luminarie e le attività natalizie: dovremmo organizzare dei mercati natalizi.
Ora, noi ci domandiamo, con quale logica i commercianti, che sono in crisi e non vendono, dovrebbero organizzare mercati con espositori di altre città? Quale sarebbe questa logica? Quella di farsi rubare il poco lavoro che c’è?
Non potrebbe essere il comune ad occuparsi almeno di questo, senza caricarlo sulle nostre spalle?
Dove andranno i cittadini, per respirare un po’ di atmosfera natalizia? Dovranno andare a farsi una passeggiata a Roma e spendere lì i loro risparmi?
E tutte le altre belle iniziative passate, l’ animazione nel centro storico, la bella pista di pattinaggio sul ghiaccio, gli zampognari, i numerosi figuranti vestiti a tema … che fine faranno?
Spariranno anche questi assieme alle luminarie? Così come alla fine di quest’estate, all’improvviso, hanno fatto sparire la statua del Bacio alla Marina? Da un giorno all’altro … così senza chiedere alla cittadinanza cosa ne pensasse?
Ma si, oramai abbiamo imparato a non aspettarci nulle dalle amministrazioni,
e nulla possiamo aspettarci,
così quest’anno, alla Vigilia, celebreremo con solennità la “venuta a mancare “ di Babbo Natale".
I commercianti di Civitavecchia

(17 Nov 2014 - Ore 18:32)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy