VENERDì 19 Aprile 2019 - Aggiornato alle 21:21

Home » » Hospice oncologico: 125 ricoveri nel 2018

 

Hospice oncologico: 125 ricoveri nel 2018

La struttura, per la cui realizzazione si è lavorato molto in questi anni, è diventata un punto di riferimento per il territorio 

CIVITAVECCHIA - L’hospice Carlo Chenis, inaugurato a febbraio del 2018, prima struttura oncologica completamente pubblica della Regione Lazio, ha contato da marzo a dicembre scorsi 125 ricoverati, provenienti da Roma, Viterbo, Tarquinia, ma anche Verona. Di questi 125, 36 sono stati stati quelli domiciliari. 

"Il primo hospice pubblico per l’erogazione delle cure palliative - hanno ricordato dalla Asl Rm4 - è stato fortemente voluto, e creato grazie alla collaborazione tra la Curia, la Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, la Asl stessa, Provincia di Roma, Regione Lazio, Sindaci, e le più importanti istituzioni e associazioni del territorio, come la Adamo Onlus. Dalla inaugurazione ad oggi, si sono svolte molte iniziative: concerti, mostre pittoriche, messe dedicate, canti, donazioni da parte delle associazioni del territorio, corsi ed appuntamenti dedicati al Natale".

Cosa accade dentro l’Hospice? Questo luogo immerso nel verde dove si passano gli ultimi giorni della propria vita? "Molti potrebbero pensare di trovare un luogo dove si sente l’odore della morte, pervaso di tristezza e rassegnazione - hanno aggiunto dalla Rm4 - ma già entrando dalla porta ci si deve ricredere. L’aria che si respira all’Hospice è quella di una vera famiglia. Come ci ha ricordato la testimonianza della signora Viviana, presso l’hospice ci si sente a casa, la dolcezza e la competenza del personale accompagnano il malato e la sua famiglia in un percorso positivo, di speranza, dialogo e armonia. In un’era in cui la fretta la fa da padrona, spesso i tempi della “morte lenta” non cono compatibili né compresi dalla società. All’hospice il tempo scorre con rispetto, la persona e le sue necessità sono al centro dell’attenzione di tutti, non ci si sente soli, mai. Questa è la filosofia principale che nutre il rapporto che si va ad instaurare tra il personale dedicato, il malato e la sua famiglia. Un vero e proprio "nuovo nucleo famigliare”. Una realtà che ci voleva, che dà respiro e speranza, ma soprattutto umanità". 

(14 Gen 2019 - Ore 12:28)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

  • Bilancio Multiservizi, si chiude con un utile di 80mila euro al comune

    13 Apr 2019 - Soddisfazione alla conferenza stampa per un risultato storico mai conseguito fin’ora. Il sindaco Pascucci elogia l’operato dell’attuale management per le scelte e le strategie adottate. Claudio Ricci, amministratore unico: «Troveremo il modo per aprire la sesta farmacia comunale»  

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy