Home » » Grande gospel ieri ad Anguillara con il concerto dei St John’s Singers

 

Grande gospel ieri ad Anguillara con il concerto dei St John’s Singers

Forti emozioni alla chiesa Regina Pacis per il pubblico anguillarino

ANGUILLARA -  Un ritorno alla grande ieri sera per i St John’s Singers ad Anguillara. Il coro, forte di una esperienza sul campo che data 27 anni, ha offerto al pubblico anguillarino uno spettacolo di grande qualità che ha saputo affiancare ai brani classici della tradizione musicale afro-americana anche pezzi di musica gospel scritti di recente. Un concerto che ha lasciato profonda emozione tra il pubblico intervenuto. Impeccabile come sempre la direzione di Alessandra Paffi, così come le interpretazioni dei vocalist che si sono alternati ed in particolare la bravissima Raffaela Agozzino, Alessandro Coppola, Silvia Coppola e Roberta Marcucci.  Il concerto è inserito nella stagione musicale organizzata da Il Cantiere dell’Arte per il Natale 2018-2019 con il contributo della Regione Lazio.

“Abbiamo accolto con grande piacere – sottolinea il presidente de Il Cantiere dell’Arte, cavaliere Adriana Rasi -  l’invito che ci è stato rivolto dal presidente della Pro Loco e dal Comune di Anguillara di tornare a cantare a Anguillara. Abbiamo apprezzato molto l’accoglienza del presidente Moreno Delle Fratte e dell’amministrazione tutta, presente al concerto con il vicesindaco Sara Galea, il presidente del Consiglio Comunale Silvia Silvestri e l’assessore alla Cultura Viviana Normando. Il concerto è stato uno dei più belli di questa stagione”.

I prossimi appuntamenti con i St John’s Singers sono a Capodanno 2019 alle 18 nella chiesa di San Giovanni Battista per un concerto che vedrà esibirsi anche la vocalist Fatimah Provillon e il 5 gennaio 2019 alla chiesa Santa Maria del Prato di Campagnano Romano. Ad accompagnare i St John’s Sigers ci saranno, ancora una volta, il pianista Alessandro Aloisi, il  bassista Ivano Sebastianelli e il batterista Riccardo Colasante.

Fatimah Provillon. Americana del New Jersey, esporta in Italia il suo amore per la “black music”. I suoi concerti sono un mix di Soul, Blues, R’n’B e Acid Jazz. Forte è la sua attenzione per lo stile “Motown” ed i suoi grandi interpreti quali Stevie Wonder e Marvin Gaye, come per le grandi ugole jazzistiche del passato quali Etta James ed Ella Fitzgerald.

(24 Dic 2018 - Ore 15:19)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy