Home » » Fiumicino: il sindaco Canapini si dimette

 

Fiumicino: il sindaco Canapini si dimette

FIUMICINO -  “In queste condizioni la Città non può essere governata e per questo ho deciso di rassegnare le dimissioni.” – lo afferma il Sindaco, Mario Canapini, riferendosi alla vicenda che ha visto una parte dei Consiglieri del PDL che compongono la Maggioranza prima autosospendersi, poi far dimettere quattro Assessori per finire con le dimissioni di tre Presidenti di Commissione e del Presidente del Consiglio Comunale. “La Maggioranza - dice Canapini - deve ritrovare al suo interno la serenità e la giusta coesione che hanno caratterizzato otto anni di buon governo cittadino per continuare ad affrontare le continue crescenti difficoltà derivanti dalla crisi economico-finanziaria generale le cui ricadute nel nostro territorio sono molto pesanti.  Occorre un impegno forte di tutti, anche della Regione, per definire un programma di fine mandato atto a dare soluzione ai problemi ancora irrisolti ed affrontare la prossima scadenza elettorale con lo stesso spirito ed unità, che hanno portato il Centrodestra alla vittoria nel 2003 e nel 2008, senza personalismi o rivendicazioni di parte. Se non si dovessero ricreare queste condizioni sarebbe dannoso per la Città ed i cittadini continuare in un’esperienza che, a mio avviso, fin qui ha raggiunto significativi ed importanti risultati". In merito ad alcune ricostruzioni della vicenda apparse su alcuni quotidiani di oggi, Canapini spiega che: "La “rottura” politica è avvenuta solo con una parte del Pdl e non con tutto il Gruppo Consiliare; non c’è mai stata alcuna volontà di candidare persone a me vicine, avendo sempre affermato che il candidato del Centrodestra per la mia successione dovrà essere scelto in modo collegiale e che è totalmente falso che sia a me inviso il Presidente del Consiglio Gonnelli al quale io avrei preferito l’Assessore Onorati". Per quanto riguarda poi la vicenda rifiuti, Canapini chiarisce che "la posizione della Giunta e della Maggioranza era ben nota avendola assunta già dal 2008 con una delibera; che nessun accordo sottobanco c’è mai stato con la Presidente Polverini e che tutto il Centrodestra nella seduta pubblica del 31 Maggio - quindi prima dell’autosospensione, avvenuta a fine Giugno – in Consiglio Comunale ha votato compatto un ordine del giorno di disponibilità a valutare la proposta della Regione".

(28 Set 2011 - Ore 11:57)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy