Home » » Esodo estivo: gran lavoro per i Carabinieri

 

Esodo estivo: gran lavoro per i Carabinieri

Predisposti i controlli nell’ambito del programma di sorveglianza ‘‘Estate sicura’’
Quattro arresti e numerose denunce. A Tarquinia in manette due 31enni campani sorpresi a rubare all’interno di un noto bar del centro storico. A Montalto inseguiti due ternani che hanno forzato un posto di blocco. I due sono finiti contro un muro

TARQUINIA - Quattro arresti e diverse denunce. È questo il bilancio del gran lavoro dei carabinieri, Compagnia di Tuscania , impegnati per tutto il weekend nei controlli predisposti nell’ambito di ‘‘Estate sicura’’, in occasione del 1° grande esodo estivo. L’intensa attività predisposta dai Carabinieri si è concentrata alle arterie e località maggiormente frequentate dai flussi turistici, tesa all’assistenza ai viaggiatori per evitare disagi ed incidenti e alla sorveglianza delle case vuote, al fine di prevenire reati di microcriminalità. Nel primo pomeriggio di sabato, a Tarquinia, due 31enni di origine campana sono stati sorpresi a rubare all’interno di un noto bar del centro storico. Mentre uno dei due distraeva astutamente la proprietaria facendola allontanare dal bancone, l’altro indisturbato si è avvicinato alle casse asportandone il contenuto. L’intervento risolutivo dei carabinieri ha consentito di assicurare alla giustizia i due malfattori, evitando ulteriori attività illecite nella cittadina. I malviventi, infatti, con notevoli precedenti alle spalle per truffe e furti, tutti in danno di esercizi commerciali, erano proprio specializzati in tale attività predatoria, perpetrata in tutta Italia, che consentiva di portare a segno numerosi colpi con cospicui guadagni, tornando tranquillamente nelle proprie abitazioni a termine giornata. I due lavoravano sempre a coppia, con una tecnica già ampiamente rodata: uno esperto nel confondere i responsabili dei negozi e l’altro veloce a svuotare le casse. Per i due, giudicati ieri con il rito per direttissima, si sono aggiunti ulteriori capi di imputazione, tra cui la calunnia nei confronti di un testimone, porto abusivo di armi, nonché l’aggravante per la particolare destrezza nell’espletamento del reato. I due sono stati rinviati a giudizio per il 19 novembre 2011, e posti in custodia cautelare con l’obbligo di dimora nel proprio domicilio, a Napoli, e obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria due volte al giorno. Numerose, infine, le denunce effettuate dai carabinieri nell’ambito dei controlli contro l’abuso di alcol e guida sotto l’effetto di droga. Ad un 60enne di Tarquinia sabato è stata ritirata la patente e sequestrata la macchina, mentre nelle prime ore di domenica, alle 5 circa, i Carabinieri di Montalto sono stati impegnati nel breve inseguimento di una macchina di grossa cilindrata che, alla vista del dispositivo di controllo alla circolazione, ha cambiato direzione e si è dato alla fuga finendo contro il muretto del parcheggio di piazza del Palombaro. A bordo, due ventenni di Terni, entrambi sotto l’effetto dell’alcol. Ieri i carabinieri di Tarquinia hanno inoltre fermato un camionista di Civitavecchia sorpreso a rubare cocomeri in un campo agricolo di Tarquinia. Altri interventi dei carabinieri si sono registrati a Tuscania, dove a finire nella rete dei Carabinieri del locale radiomobile, è stato un giovane rumeno del luogo, sorpreso mentre era intento, nella notte tra sabato e domenica, ad asportare il contenuto della machinette slot-machine, dall’interno di un bar del centro. Il rumeno, già noto alle forze dell’ordine, si era nascosto, al momento della chiusura, all’interno dei bagni senza farsi notare. Una volta solo ha disattivato il sistema di allarme ed iniziato a svuotare l’incasso dei videopoker, senza fare però i conti con i carabinieri. Per il rumeno, già al terzo arresto in pochi mesi, tutti per furti si sono riaperte le porte del carcere “Mammagialla”. Sabato sera, sempre a Tuscania, il Nucleo operativo e radiomobile della compagnia, nel corso di indagini a seguito di furti in abitazione, hanno sorpreso un giovane pregiudicato di Tuscania, mentre tentava di vendere parte della refurtiva presso un’oreficeria locale. Lo stesso, trovato in possesso anche di altri monili, è stato quindi denunciato per ricettazione. Il quarto arresto è stato invece operato dai Carabinieri di San Lorenzo Nuovo: in manette un 55enne pregiudicato locale, per spaccio di droga.

(01 Ago 2011 - Ore 20:55)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy