SABATO 22 Febbraio 2020 - Aggiornato alle 23:17

Home » » Beg, secco "no" della minoranza

 

Beg, secco "no" della minoranza

CIVITAVECCHIA - Hanno scritto al presidente della Regione Piero Marrazzo, commissario per l’emergenza ambientale nel territorio del Lazio, al sub Commissario Stefano La Porta e al Vice Presidente Esterino Montino (incontrato peraltro da alcuni consiglieri locali) per manifestare la propria contrarietà al progetto per un “Impianto di trattamento rifiuti (compostaggio e pirolisi) e discarica a servizio in località Rimessa nuova in Civitavecchia” per il trattamento di circa 160.000 tonnellate annue. I consiglieri di minoranza non ci stanno, e lo manifestano mentre domani si terrà in Regione il consiglio straordinario sui rifiuti. «Riteniamo doveroso – hanno spiegato - sottolineare che tale progetto è totalmente difforme dalla programmazione e dagli indirizzi approvati dal Consiglio Comunale in materia. Il progetto, peraltro, è stato proposto dalla società Beg Spa anche nell’ambito di un project financing bandito dal Pincio in relazione alla programmazione triennale 2006-2008. L’impianto risulta totalmente difforme dalle caratteristiche dell’intervento previsto dal bando e non c’è stata, ad oggi, alcuna dichiarazione di pubblica utilità. Pertanto, risulta assolutamente falsa l’affermazione riportata dalla Beg S.p.A nella domanda di Autorizzazione Integrata Ambientale presentata alla struttura commissariale secondo la quale la società avrebbe partecipato al bando “con esito favorevole”». Insomma, a detta dei consiglieri di opposizione, il progetto non sarebbe da prendere in considerazione «in quanto il consiglio comunale - hanno aggiutno - ha espresso contrarietà in merito all’impianto di termovalorizzazione mediante pirolisi, impianto di produzione di FOS, discarica a servizio per oltre 700.000 mc». Intanto oggi si discuterà di rifiuti in Regione. «Il piano rifiuti che ci si appresta ad approvare - hanno spiegato anche i No Coke Alto Lazio - riserva altre brutte sorprese per la città a cui saranno destinate le ceneri prodotte dagli inceneritori laziali. Inoltre probabilmente verrà smaltito il combustibile da rifiuti in cementifici e centrali termoelettriche ed è previsto l’ampliamento della discarica per circa un milioni di metri cubi. Forse il presidente Marrazzo ignora la situazione di degrado ambinetale di questo territorio».

(23 Giu 2008 - Ore 20:07)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio
Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy