Home » » Autostrada, prezzi di mercato per i terreni espropriati

 

Autostrada, prezzi di mercato per i terreni espropriati

TARQUINIA. Sentenza della Corte costituzionale che obbliga la Sat a rivedere il valore dato alle aree interessate dal passaggio del corridoio tirrenico
Tosoni attacca: «Non è merito né del sindaco né del vicesindaco. Demagogico da parte loro cantare vittoria»

TARQUINIA - Prezzo di mercato per i terreni oggetto di esproprio a Tarquinia per la realizzazione del cosiddetto corridoio tirrenico, l’autostrada che collegherà Civitavecchia a Livorno. A deciderlo è stata la sentenza della corte costituzionale numero 181/2011 che ha dichiarato l’incostituzionalità dell’articolo 40, commi 2 e 3, decreto del presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327. La norma in questione faceva riferimento ai cosiddetti Vam (valori agricoli medi) utilizzati ai fini della determinazione dell’indennità da offrire a titolo provvisorio per l’esproprio di aree non edificabili e per la stipula della cessione volontaria, con le maggiorazioni previste dall’art. 45 dello stesso T.U.E. (triplicazione del Vam per proprietari coltivatori diretti o aumento del 50% per gli altri proprietari). Il comma concerne l’esproprio di un’area non edificabile, ma coltivata, e stabilisce che l’indennità definitiva è determinata in base al criterio del valore agricolo, tenendo conto delle colture effettivamente praticate sul fondo e del valore dei manufatti edilizi legittimamente realizzati, anche in relazione all’esercizio dell’azienda agricola. In sostanza la Sat è stata obbligata dalla legge a rivedere il valore dato ai terreni in esproprio. «Ma i ricorsi si faranno lo stesso – annuncia Marco Tosoni del gruppo consiliare autonomo ‘‘Per il bene di Tarquinia’’, perché il valore dei terreni non dipende solo dal prezzo di mercato». «Come fa la politica ad appropriarsi dei risultati di una sentenza», attacca inoltre Tosoni, commentando alcune esternazioni del sindaco Mazzola e del vicesindaco Serafini che si sono presi i meriti di questa novità sui prezzi d’esproprio. «Sembra questo l’ennesimo tentativo di manipolare le informazioni corrette per trasformarle in demagogia». «Come fa inoltre la Sat ad assumere impegni aggiuntivi di spesa senza rivedere il piano finanziario approvato dal Cipe nel maggio scorso? – conclude infine Tosoni - Leggiamo con molta inquietudine le novità giudiziarie che riguardano il Monte Dei Paschi Di Siena, la banca legata a doppio filo a Caltagirone e alla Sat. Nel comunicato di Italia Nostra si legge, ‘Il Monte Paschi di Siena sta affrontando una grave crisi poiché l’Eba (European Banking Authority) gli ha prescritto una ricapitalizzazione di 3 miliardi di euro. Le azioni del Monte dei Paschi di Siena negli ultimi 12 mesi hanno perso quasi il 60% del loro valore. Si tratta di uno dei titoli italiani maggiormente penalizzati dalla crisi’»

(04 Nov 2011 - Ore 20:55)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy