VENERDì 24 Gennaio 2020 - Aggiornato alle 23:24

Home » » Aumento dell’Ici, no di Riformisti e Rifondazione

 

Aumento dell’Ici, no di Riformisti e Rifondazione

Dai due partiti proposte per far aumentare le entrate del Comune senza ritorsioni sui cittadini. Iacomelli: "Mettiamo un’ecotassa a quegli insediamenti che producono agenti inquinanti". Dal Prc chiesta la trasparenza dell’azione amministrativa su retribuzioni e spese estive

CIVITAVECCHIA - Anche il Movimento dei Riformisti e Rifondazione Comunista hanno espresso il loro parere negativo nei confronti dell’ipotesi di aumento dell’Ici prospettata dal capogruppo di An in consiglio Dimitri Vitali, ipotesi che non è stata esclusa dallo stesso sindaco Moscherini. Gianfranco Iacomelli, consigliere del Movimento dei Riformisti, punta il dito sulle conseguenze che una scelta del genere potrebbe avere sui civitavecchiesi: «In un momento così delicato dell’economia cittadina - dichiara - mettere mani al portafoglio dei contribuenti che hanno già grosse difficoltà a raggiungere la fine del mese, è improponibile. Anche perché tale iniziativa ridurrebbe ancora di più il potere di spesa delle famiglie, riperquotendosi negativamente su tutte le attività commerciali di per sé già in crisi». Per far aumentare le entrate del Comune, Iacomelli propone di mettere un’ecotassa a quegli insediamenti che producono agenti inquinanti. «Nel nostro porto ci sono 1200 attracchi l’anno di navi da crociera - porta come esempio il consigliere dei Riformisti - e per ogni attracco nel nostro territorio e sulle nostre strade arrivano la media di 30 pulman per un totale di circa 36 mila accessi. Mezzi che vengono da altre città senza portare alcun guadagno al nostro Comune, anzi provocando inquinamento da traffico e usura delle nostre strade. Una piccola ecotassa moltiplicata per questi grandi numeri produrrebbe un’entrata consistente».
Proposte per risparmiare sulle spese anche dai consiglieri comunali e dalle segreterie dei circolo del Prc. «Pur comprendendo che l’attuale Amministrazione ha ereditato un deficit non indifferente - dicono - potrebbe adottare degli accorgimenti per non perseverare nella logica di sperpero di denaro pubblico (ancor prima di ipotizzare un aumento dell’Ici). Invece continua il proliferare di prebende, consulenze, consigli di amministrazione di consorzi, di partecipate e di contratti di collaborazione retribuiti in maniera principesca e indicati direttamente dal Sindaco. Ma più in generale - concludono - considerata la drammatica situazione delle casse del Comune e le paradossali iniziative delle stagioni estive e degli appuntamenti ricreativi, pur importanti, ma opinabili nella loro onerosità, urge ora più che mai la trasparenza dell’azione amministrativa: che siano rese pubbliche le retribuzione sopra citate, il costo delle consulenze e della stagione estiva».

(27 Feb 2008 - Ore 18:37)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy