Home » » Asl Rmf verso un unico Cup aziendale

 

Asl Rmf verso un unico Cup aziendale

Già  ultimato il primo step con l'aggancio del CUP del Poliambulatorio di Capena ai server del CED regionale. Entro poco tempo anche Civitavecchia, Ladispoli e Bracciano

Quella che è avvenuta nei giorni scorsi nel poliambulatorio di Capena, senza che nessuno se sia reso conto o peggio che abbia avvertito il men che minimo disagio, si potrebbe a buon titolo annoverare tra le piccole grandi rivoluzioni silenziose nel modo di fare sanità  nella ASL RM F.
In pratica si tratta della c.d. migrazione dei data base (utenti e prestazioni) dai server aziendali a quelli regionali, in virtù della progressiva attivazione anche nella ASL ROMA F del Centro Unico delle prenotazioni regionali (RECUP); ma sostanzialmente tutto ciò, quando il sistema andrà  a regime, significherà  la gestione centralizzata delle prenotazioni delle visite specialistiche di tutto il Lazio con evidenti benefici per i cittadini.
Ci si potrà  prenotare per la struttura in grado di offrire appuntamenti a più breve scadenza all'interno della stessa ASL o in altre strutture (quelle più facilmente raggiungibili) del l'intero Sistema Sanitario Regionale. Altri benefici indiretti deriveranno dalla possibilità  per i vertici aziendali e regionali di monitorare la domanda di assistenza specialistica e di controllare l'equità  della distribuzione dell'offerta di prestazioni, e quindi di poter intervenire con sufficiente tempestività  per correggere eventualmente la mappa dell'erogazione di servizi in ragione della effettiva necessità  territoriale.
Ancora qualche giorno commenta Marco Biagini, Direttore Generale della ASL ROMA F - e l'integrazione sarà  completata, consentendo ai nostri Centri Unici di Prenotazione di scambiare informazioni all'interno dei 28 comuni della nostra ASL e con tutta la rete sanitaria regionale. Va sottolineato anche il fatto, che tutto questo consentirà  risparmi notevoli anche per le economie di scala nella manutenzione dei sistemi informatici che la gestione unificata comporterà .
Come Direttore Generale non mi sembra cosa di poco conto proprio in questo periodo di ristrettezze economiche, per le quali comunque siamo quotidianamente in contatto con l'Assessore alla sanità  regionale. Stiamo ricercando nel concordamento del budget per il 2006 soluzioni eque e compatibili con le esigenze di rilancio della sanità  di questa zona.
Nonostante tutto e malgrado i tanti problemi che abbiamo trovato siamo molto fiduciosi nelle possibilità  che ha questa azienda per dare risposte chiare e positive ai cittadini, e riuscendo a lavorare facendo squadra tra direzione , dirigenti e operatori i segnali di cambiamento non tarderanno a divenire concreti.

(20 Gen 2006 - Ore 16:41)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Blitz di Goletta Verde al largo di Tvn

    10 Ago 2019 - Esposto uno striscione con scritto "Nemico del clima". Legambiente: "Nel Lazio sono pari a 11,5 milioni di tonnellate le emissioni della produzione energetica da fonti fossili, il 78,5% provenienti dalla ciminiera di Civitavecchia" 

  • Servizio irriguo, garantito fino al termine della stagione

    07 Ago 2019 - Il sindaco annuncia che ha ufficialmente richiesto alla Multiservizi la proroga al 30 settembre. Pascucci: «In autunno sarà necessario trovare delle soluzioni alternative»  

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy