Home » » In arrivo le Early SpA Clinic

 

In arrivo le Early SpA Clinic

Spondiloartriti, ecco i primi 25 ambulatori con percorsi ad hoc

Abbattere attese e ritardi e assicurare diagnosi e presa in carico precoce dei pazienti con spondiloartriti. Una collaborazione tra pubblico e privato, promossa a ottobre da Novartis, porterà alla nascita delle prime Early SpA Clinic: 25 ambulatori dedicati alla presa in carico precoce dei pazienti con spondiloartriti (SpA), interni ad alcuni specifici centri ospedalieri che hanno dimostrato un livello particolarmente alto di efficienza per la diagnosi e cura delle SpA, patologie che in Italia riguardano oltre 600 mila persone. La nascita delle strutture sarà progressiva e si concluderà nel 2019. Coinvolti 25 centri ospedalieri distribuiti sul territorio nazionale, a cui afferisce il 30% delle persone con spondiloartriti. Il progetto Early SpA Clinic si pone come obiettivo principale quello di sostenere la riorganizzazione dei dipartimenti di reumatologia in modo da creare ambulatori specializzati nella diagnosi e presa in carico precoce dei pazienti, così da ‘bloccare’ la malattia, ottenere una rapida stabilizzazione clinica e predisporre follow-up differenziati. Tra quelli selezionati, il Centro di reumatologia dell’Università di Palermo ha aderito per primo all’iniziativa. «Abbiamo aderito al progetto Early SpA Clinic guidati dalla convinzione che possa migliorare significativamente l’attuale percorso diagnostico e terapeutico dei paziente affetti da spondiloartrite», ha dichiarato Francesco Ciccia, responsabile dell’Unità operativa di reumatologia dell’Università degli Studi di Palermo. «Per chi soffre di artrite psoriasica - ha aggiunto - oggi il tempo di ingresso medio nel più adeguato percorso terapeutico è di circa 2 o 3 anni, mentre per quanto riguarda la spondilite anchilosante siamo tra i 6 e gli 8 anni. E’ evidente la necessità di accorciare i tempi della diagnosi e di trattamento per i pazienti e migliorare i modelli organizzativi dei percorsi assistenziali». «Dalla nostra collaborazione con clinici e associazioni di pazienti è emerso con chiarezza il tema delle diagnosi tardive, della mancanza di ambulatori dedicati, della generale insoddisfazione dei pazienti per il loro percorso diagnostico-terapeutico», ha evidenziato Gaia Panina, direttore medico di Novartis. «Il progetto Early SpA Clinic mette realmente al centro la necessità di ottimizzare il percorso terapeutico dei pazienti e inizieremo a farlo insieme ai principali centri italiani di reumatologia».

(31 Ott 2018 - Ore 18:38)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Smoking free beach, le telecamere Sky in città

    15 Giu 2019 - L'ordinanza anti fumo del sindaco Grando finisce alla ribalta nazionale. Il primo cittadino ringrazia le associazioni di volontariato Nogra e Fareambiente per le attività di controllo sugli arenili

  • Olte 300 chili di rifiuti raccolti

    12 Giu 2019 - Pulizia della spiaggia di Torre Flavia durante la Giornata Mondiale degli Oceani. Riempiti oltre 30 sacchi di rifiuti tra cotton fioc, cannucce, tappi di bottiglia, mozziconi di sigaretta e polistirolo

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy