MERCOLEDì 20 Settembre 2017 - Aggiornato alle 22:21

Home » » Acquisizioni e fusioni d’azienda: 509 operazioni concluse nel 2016 in Italia

 

Acquisizioni e fusioni d’azienda: 509 operazioni concluse nel 2016 in Italia

ROMA - Un 2016 da record, per quanto concerne il numero di acquisizioni di aziende e di fusioni, con un totale di 509 operazioni condotte in porto e con un valore complessivo vicino ai 50 miliardi di euro. Secondo i numeri di questo settore, si scopre che in Italia – in questo momento – il settore delle acquisizioni sta generando un valore enorme, soprattutto per via degli investimenti di soggetti esteri, francesi e cinesi su tutti. Certo, va anche detto che non è la prima volta che accade una cosa del genere: già nel 2015 il numero di acquisizioni e di fusioni aziendali aveva sancito il record del valore economico delle transazioni, con un totale di circa 65 miliardi di euro, che ancora oggi resiste imbattuto.

Fusioni e acquisizioni: è boom in Italia

Il 2016 non è stato un anno facile per gli investitori: basti pensare al caos generato dall’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, e all’elezione di Donald Trump come Presidente degli Stati Uniti d’America, che ha messo in discussione diversi aspetti dell’economia globale. Eppure, nonostante questo, le fusioni e le acquisizioni di aziende italiane hanno segnato un nuovo record: grazie agli stranieri, è vero, ma anche grazie agli investitori italiani, tornati a credere fortemente in questo comparto. Per la prima volta, però, le acquisizioni da parte di aziende straniere hanno quasi pareggiato le acquisizioni italiane a livello economico: circa 24 miliardi di euro contro 26 miliardi, con i francesi sovrani degli investimenti nel nostro Paese con oltre 7 miliardi di euro spesi.

Cosa sono le fusioni e le acquisizioni aziendali?

Cosa sono e quali sono le differenze fra queste due operazioni finanziarie oggi diffusissime in Italia? La fusione avviene quando due aziende uniscono le forze, cessano di vivere e danno i natali ad una terza azienda. L’acquisizione aziendale, invece, vede un’azienda “madre” acquisirne una più piccola: un vero e proprio trasferimento di azioni che vede il controllo della seconda passare alla prima. Entrambe le operazioni presentano ovviamente dei fattori di rischio legati alla solvibilità e alla salute dei bilanci dell’azienda che si acquisisce o con la quale ci si fonde: per questo è indispensabile richiedere il bilancio delle aziende, anche su siti come Icribis.com. È proprio il bilancio, infatti, a racchiudere una serie di indici testimonianti la liquidità, la produttività ed il potenziale economico di un’impresa.

Tutela lavoratori: cosa succede in questi casi?

Cosa succede ai dipendenti che lavorano in un’azienda soggetta a fusione o acquisizione? In questo caso i lavoratori vengono tutelati, dato che il contratto di lavoro non cessa di esistere: questo significa che l’azienda acquirente è obbligata a rispettare i rapporti di lavoro dei dipendenti ed i diritti assicurati dal contratto stesso. In altre parole, il licenziamento può avvenire solo se presente una giusta causa, e dunque l’azienda che subentra al controllo della prima deve per forza assicurare al dipendente i propri diritti, compresa l’anzianità e quanto guadagnato a livello di carriera durante gli anni precedenti all’acquisizione. Infine, nel caso il dipendente dovesse vantare dei crediti, sarà l’azienda subentrante a doversene occupare.

(10 Ago 2017 - Ore 16:10)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • "Gli addetti al servizio superiori al previsto"

    19 Set 2017 - AMBIENTE. Quanto afferma la Camassambiente in una nota inviata all’ufficio competente del comune di Cerveteri. L’azienda  giustifica così il mancato rinnovo contrattuale ai lavoratori assunti per esigenze estive. La città rimane comunque sporca e non si fa attenzione al rispetto del disciplinare tecnico sottoscritto

  • Arpa: "Migliora l’aria della città"

    18 Set 2017 - Dalle osservazioni effettuate dal 4 al 10 settembre risultano nei limiti le sostanze inquinanti. Buono anche il riscontro relativo alle polveri sottili e al monossido di carbonio. Molto significativo secondo i dati dell’agenzia regionale per la protezione ambientale il dato relativo all’ozono 

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy